Associazione chiusa il 31 dicembre 2019.

La sua sede era presso l’antico ospedale San Giovanni di Dio, Borgognissanti 20 - Firenze.

Il Centro di Documentazione per la Storia dell’Assistenza e della Sanità onlus, è stato costituito nel luglio del 1998 da enti fondatori quali l’Università degli Studi di Firenze, il Comune e la Provincia di Firenze, l’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Firenze, le aziende USL 10 e Ospedaliero-Universitarie Careggi e Meyer.

Il fine è stato quello di rendere consapevoli le istituzioni sanitarie di un loro patrimonio storico (sia librario che archivistico, documentario e artistico) per la maggior parte sconosciuto e per il quale non esistevano figure professionali, normative e ancor meno finanziamenti che potessero garantire l’adempimento di adeguati progetti di ricognizione, conservazione, tutela e valorizzazione. In tale contesto, gli enti fondatori, hanno voluto creare una istituzione che, operando al di fuori delle aziende sanitarie ma con loro in stretto contatto, si facesse ‘carico’ della materia promuovendo quelle attività e progetti la cui realizzazione, altrimenti, rischiava di restare irrisolta.

Il Centro diventava del tutto operativo dall’aprile del 1999 attraverso i compiti sanciti dallo Statuto essenzialmente volti alla conoscenza, divulgazione, tutela, valorizzazione e conservazione di quanto rappresenta testimonianza del progresso medico sanitario in tutte le sue accezioni culturali. Nel 2007 entravano tra i membri costituenti, le aziende appartenenti all’Area Vasta Centro (Empoli, Prato e Pistoia) e l’ESTAV (oggi Estar).

Nel momento in cui le istituzioni sanitarie hanno acquisito una consapevolezza e responsabilità giuridica sul patrimonio storico ad esse attinente, è parso opportuno all’Azienda Toscana Centro di assumere (in virtù del prezioso patrimonio storico che le deriva oltre che dall’ospedale Santa Maria Nuova anche da ospedali quali il Ceppo di Pistoia, il Misericordia e Dolce di Prato, il Serristori di Figline, il San Giovanni di Dio di Firenze) ruolo centrico promuovendo la ‘fusione’ dell’attività del Centro all’interno della Fondazione Santa Maria Nuova onlus (costituitasi nel 2015) in modo da costituire una associazione che, per progetti, finanziamenti e risultati si enuclei quale unico ente di riferimento per la conoscenza e la valorizzazione di quanto rappresenta la storia medico-assistenziale della Regione Toscana.



Il Centro di Documentazione ha terminato la sua attività ‘individuale’ il 31 dicembre del 2019. Per l’intensa progettualità svolta nei settori della ricerca, editoria e tutela artistica e documentario-archivistica si invita a consultare il volume:

E. Ghidetti, E. Diana (a cura di), Il Centro di Documentazione per la storia dell’Assistenza e della Sanità, 1998-2019. Vent’anni di tutela e valorizzazione di beni culturali, Firenze, Polistampa Ed. 2019.